Libri del mese di… Novembre consigliati dalla redazione

I libri del mese di novembre
consigliati dalla redazione di Abirò

 

La colonna di fuoco
Ken Follet – Mondadori, 2017
Gennaio 1558. Il figlio di un ricco mercante protestante ama la figlia del sindaco cattolico della città, ma il loro amore non basta a superare le barriere degli opposti schieramenti religiosi. Lascia la città e, ingaggiato dalla regina di Inghilterra, diventa uno degli uomini chiave del primo servizio segreto britannico della storia.

 

 

 

 

Origin
Dan Brown – Mondadori, 2017
Robert Langdon, il professore di simbologia e iconologia religiosa, è stato invitato al museo Guggenheim di Bilbao per assistere a un evento unico: la rivelazione che cambierà per sempre la storia dell’umanità e rimetterà in discussione dogmi e principi, aprendo la via a un futuro tanto imminente quanto inimmaginabile.

 

 

 

 

 

Insieme siamo perfetti
Penelope Douglas – Newton Compton, 2017
In quinta elementare a ciascuno di noi venne assegnato un amico di penna tra i ragazzini di un’altra scuola. Mi chiamo Misha, e pensando che fossi una femmina, l’altro insegnante mi mise in coppia con una sua allieva, Ryen; abbiamo litigato su tutto. Su quale fosse la migliore pizza della città, se fosse meglio l’Android o l’iPhone…

 

 

 

 

Il caffè dei piccoli miracoli
Nicolas Barreau – Feltrinelli, 2017
Eléonore ha venticinque anni e ama la lentezza. Timida e inguaribilmente romantica, adora i vecchi libri, crede nei presagi e non è certo coraggiosa come l’adorata nonna bretone con cui è cresciuta, che le ha lasciato in eredità l’oggetto a lei più caro: un anello di granati con dentro una scritta in latino, “Amor vincit omnia”…

 

 

 

 

La prossima parola che dirai
Chiara Bottini – Centuria, 2017
Livia è innamorata di Mattia. Giulia è innamorata di Paolo. Entrambe sono sposate e abituate a esprimere online i loro pensieri, profondi, leggeri, ironici o provocatori. Si leggono, si intuiscono, si scoprono. Poi si scrivono e le storie si complicano e dare fondo alle contorsioni del cuore diventa condizione della sopravvivenza.

 

 

 

 

Storie ribelli
Luis Sepúlveda – Guanda, 2017
Il libro si apre con un breve racconto: E Johny prese il fucile, dedicato alla memoria di Oscar Reinaldo Lagos Rios, il più giovane della scorta che quel giorno maledetto restò fino alla fine accanto al presidente Allende e si chiude con il testo scritto a caldo nel giorno della morte di Pinochet. In mezzo i ricordi di una vita avventurosa…

torna in alto